BENVENUTI SU ABOUTCAMP NEWS - UNA FINESTRA SUL MONDO DEL TURISMO ALL’ARIA APERTA

UN PORTALE DEDICATO A GIORNALISTI E OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE

UNA RASSEGNA DI COMUNICATI STAMPA E UN ARCHIVIO DI FOTOGRAFIE IN ALTA RISOLUZIONE

DEDICATO A CAMPER, CARAVAN, TENDE, AL CAMPEGGIO E ALLE ATTREZZATURE PER L’OUTDOOR

(IT) AL-KO compie 80 anni

it1


it1 COMUNICATO STAMPA

AL-KO Kober

Il gruppo AL-Ko Kober compie 80 anni

Le testimonianze della famiglia Kober e le parole del Ministro delle Finanze della Baviera, Georg Fahrenschon, che elogia il gruppo internazionale. Il contributo dell’AD della filiale italiana Konrad Weissteiner. La storia del Gruppo.

“Sono profondamente colpito”, ha affermato il ministro delle Finanze della Baviera, Georg Fahrenschon, durante la cerimonia ufficiale per i festeggiamenti dell’ottantesimo anniversario di AL-KO Kober Group. «La società internazionale con sede nella regione del Bayerisch-Schwaben può contare su una storia di notevole successo – ha continuato il ministro – AL-KO è un esempio per tutte le aziende a conduzione familiare e nonostante abbia avuto problemi durante e dopo la grande depressione, ha saputo ottimizzare in modo esemplare le risorse, uscendo dalla crisi con una grande responsabilità sociale. L’azienda ha posto sempre in primo piano le persone, assicurandosi un futuro, portando la terza generazione di questa famiglia al comando dell’azienda, concentrandosi sulla costruzione di un marchio sempre più forte e in crescita».
Il portavoce del consiglio direttivo della AL-KO, Roland Kober, ripercorre la storia dell’azienda di famiglia, quando l’impegno dei tre fratelli Herbert, Kurt e Willy, trasformarono AL-KO da una semplice impresa artigiana, fondata dal nonno nel 1931, a una vera e propria azienda.
Nel 2008 anche AL-KO ha risentito della crisi economica mondiale. «Tuttavia abbiamo agito in modo rapido e adottato le contromisure appropriate  – ha affermato il portavoce Roland Kober – Questo ci ha permesso di superare la crisi e porre le basi per una nuova ripresa. Dobbiamo nuovamente ringraziare tutti i nostri manager e i dipendenti per il loro impegno e contributo, soprattutto in questo momento difficile. Perché solo tutti insieme abbiamo potuto svolgere così bene questo compito. Già nel 2010 la situazione finanziaria è migliorata in tutte le aree business e abbiamo raggiunto un fatturato di circa 605 milioni di euro, incrementando il fatturato del 17% rispetto l’anno passato. L’inizio del 2011 è incoraggiante e ci aspettiamo un ulteriore miglioramento». Il gruppo AL-KO Kober ha messo in campo un programma di sviluppo societario nominato Future Offensive 2015. «L’obiettivo è di rafforzare e promuovere il marchio AL-KO – ha continuato Roland Kober – affermarsi in nuovi mercati come quello del Sud-est dell’Europa, del Sud America e dell’Asia, fornendo prodotti innovativi e servizi su larga scala, portando nuovi clienti nei tre settori aziendali, ottimizzando strutture e processi produttivi».
Bruno Merk, ex ministro degli Interni della Baviera, ormai in pensione, legato sia ad AL-KO sia alla città di Kötz, ha spostato l’attenzione sull’impegno sociale del Gruppo: «Mi congratulo con Alois Kober, maestro fabbro della città di Kötz – ha dichiarato l’ex ministro – ed estendo i ringraziamenti alle giovani generazioni che stanno continuando lo splendido lavoro del nonno tramandandolo di padre e figlio».
«Gli anni difficili del dopoguerra sono stati contraddistinti dal duro lavoro – ha ricordato Herbert Kober, presidente di AL-KO Kober AG – e vorrei ringraziare tutti i dipendenti, forza fondamentale per l’azienda, grazie ai quali possiamo essere qui a raccontare la nostra storia. Ringrazio anche i fondatori, che seppero dare la giusta importanza all’azienda mettendola in cima alle priorità, tralasciando gli interessi personali. Questo spirito risiede ancora oggi in AL-KO, ove le persone sono sempre al centro di ogni progetto».
«La responsabilità personale e l’impegno per lo sviluppo di questa società hanno fatto sì che AL-KO diventasse il più grande datore di lavoro industriale nella regione – ha ricordato, quindi, il ministro delle Finanze della Baviera, Georg Fahrenschon – Gli ottanta anni di AL-KO sono anche ottanta anni di affari di una famiglia, un successo imprenditoriale fatto di unità e tradizione. Un lavoro eccellente da tre generazioni». Il ministro ha, poi, concluso il suo intervento sottolineando che “AL-KO è un esempio eccezionale per quanto riguarda l’impegno nella formazione del personale, la responsabilità verso la società e la collaborazione tra affari e politica. Aziende come questa sono fondamentali per il recupero economico della Baviera. Tuttavia, è importante non fermarsi e adagiarsi sui risultati ottenuti ma continuare con questo dinamismo e voglia d’innovazione, nonostante lo spostamento del mercato porti verso est”.
La serata in onore degli ottant’anni di AL-KO ha potuto anche beneficiare della presenza dell’artista Terence Carr da Burgau (Günzburg), che per l’anniversario ha realizzato la scultura United. Ispirandosi al tema Generazioni Future, l’artista ha voluto omaggiare AL-KO rappresentando gli aspetti di tradizione, armonia, amicizia e forza. «Parole che stanno alla base della nostra filosofia aziendale – ha sostenuto il membro del Consiglio AL-KO, Stefan Kober – La scultura mostra tre figure, un simbolo della nostra famiglia, i nostri dipendenti e i partner, che stanno uniti e mostrano fiducia l’un l’altro. Si guarda insieme, apertamente e con fiducia al futuro».

Alle parole del consiglio direttivo e della famiglia Kober fanno eco quelle di Konrad Weissteiner, amministratore delegato di AL-KO Kober GMBH/Srl, che ha festeggiato un anno fa il quarantesimo compleanno della sede italiana di Vandoies (BZ). «Quarantun anni fa, lungimiranti imprenditori si misero in moto per trovare un sito aziendale per il mercato italiano – dice Konrad Weissteiner – Fortunatamente per Vandoies e dintorni, la famiglia di imprenditori Kober era un investitore che non mirava al rapido profitto, ma aveva come obiettivo, da generazioni, la crescita e la continuità del gruppo di imprese. Così, oggi, ci uniamo ai festeggiamenti per gli 80 anni del Gruppo ringraziando la famiglia Kober per aver creduto e investito anche nella realtà italiana. Una storia, quella della nostra filiale, costellata di successi, sostenuta dalla diligenza e dal senso di responsabilità dei nostri collaboratori che contribuiscono da sempre con creatività e con spirito di identificazione nell’azienda, fattori alla base della nostra crescita. La storia di successo di AL-KO e di AL-KO Vandoies è motivo di orgoglio e gratitudine, ma rappresenta anche un impegno a proseguire su questa fortunata strada con tutte le nostre forze. Per questo ci impegniamo a proseguire con responsabilità, esperienza e disponibilità al nuovo, operando in sintonia con le strategie del Gruppo e dialogando con tutte le imprese, con l’obiettivo primario di offrire il miglior servizio alla nostra clientela».

Una storia di successo

AL-KO Kober è un produttore e fornitore di primo piano per i comparti della tecnica dell’autoveicolo, del giardinaggio e dell’hobby fai da te, nonché della tecnica per l’aerazione e la climatizzazione. Una realtà internazionale con cinquanta siti di produzione e commerciali distribuiti in Europa, America, Asia, Africa e Australia dove trovano impiego oltre 3.600 dipendenti. Il fatturato stimato per il 2010 è di circa 605 milioni di euro.

Nel 1931 Alois Kober aveva solo ventitré anni quando fondò la sua bottega da fabbro. Sin dall’inizio si dedicò con impegno e duro lavoro allo sviluppo dell’azienda che nel 1961 aprì la sua prima filiale estera in Austria, seguita da altre in Italia, Inghilterra, Francia, Svizzera e Spagna (tutte dal 1976). Nel 1983 fu aperta la filiale negli Stati Uniti e nel 1986 in Australia.

La divisione tecnologia per veicoli e componenti per rimorchi ha raggiunto importanti traguardi. Ad oggi sono stati prodotti oltre 20 milioni di assali e 155 mila telai leggeri per camper, roulotte e rimorchi. Ogni anno, il gruppo produce 7,5 milioni di verricelli, circa 1,6 milioni di ammortizzatori e oltre 550 mila molle a gas. Il telaio AMC, disponibile su numerose basi meccaniche, è diventato uno degli sviluppi più importanti della società. Si tratta di un telaio alleggerito e ribassato con eccezionali performance in termini di stabilità e comfort di guida e utilizzato per l’allestimento di veicoli ricreazionali, commerciali e ad uso speciale. Oltre ai telai per caravan, AL-KO si distingue per il celebre stabilizzatore AKS e l’innovativo sistema anti-sbandamento ATC introdotto nel 2006 e che ad oggi ha venduto in tutta Europa più di 40 mila unità.

La divisione Garden&Hobby di AL-KO produce attrezzature per il giardinaggio e il fai da te (tosaerba, decespugliatori, sistemi di irrigazione e drenaggio, motoseghe, tagliasiepi e motozappe). Anche in questa divisione i numeri sono di grande rilievo: ogni anno vengono immessi sul mercato circa 500 mila tosaerba e circa 400 mila pompe con un costante aumento della domanda d’acquisto. Non meno rilevanti i successi conseguiti dalla divisione climatizzazione che comprende tre settori strategici: climatizzazione, aspirazione nonché riscaldamento e aerazione industriale, con una vasta gamma di prodotti e servizi.
Altri settori in cui opera il Gruppo AL-KO sono: materie plastiche e componenti industriali.



02word 01pdf

 

 

 

 

{phocagallery view=category|categoryid=101|limitstart=0|limitcount=0|imageordering=0}

Lascia un commento

© Aboutcamp News - P.I. IT06702290963 - privacy & cookies