BENVENUTI SU ABOUTCAMP NEWS - UNA FINESTRA SUL MONDO DEL TURISMO ALL’ARIA APERTA

UN PORTALE DEDICATO A GIORNALISTI E OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE

UNA RASSEGNA DI COMUNICATI STAMPA E UN ARCHIVIO DI FOTOGRAFIE IN ALTA RISOLUZIONE

DEDICATO A CAMPER, CARAVAN, TENDE, AL CAMPEGGIO E ALLE ATTREZZATURE PER L’OUTDOOR

(IT) Rapporto turismo en pleinair

it1

it1 COMUNICATO STAMPA

APC – ANFIA

Rapporto Nazionale sul Turismo en plein air in camper e in caravan 2012

Presentato per la prima volta in Italia, il Rapporto Nazionale sul Turismo en plein air in camper e in caravan 2012. Il documento rappresenta una fotografia a 360° dell’industria del caravanning e del mondo del turismo en plein air: una modalità di viaggio ecosostenibile scelta ogni anno da 5,6 milioni di visitatori, italiani e stranieri, nonostante le carenze del sistema ricettivo nazionale.

 

logo-APC_ANFIAHanno partecipato alla conferenza Paolo Bicci, Presidente APC-Associazione Produttori Caravan e Camper e Gruppo Produttori Veicoli per il Tempo Libero-ANFIA, Franco Boni, Presidente Fiere di Parma per il Salone del Camper, Valeria Minghetti, Ricercatore senior CISET-Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica dell’Università Cà Foscari di Venezia, Andrea Bianchi, Direttore Generale per la Politica industriale e la Competitività del Ministero dello Sviluppo Economico e Caterina Cittadino, Capo Dipartimento Ministero del Turismo.

L’industria del caravanning genera in Italia più di 600 milioni di euro di fatturato, di cui il 58% destinato all’export, con oltre 7.000 dipendenti, 4.000 diretti e oltre 3.000 indiretti. Il distretto industriale del caravanning made in Italy si trova in Toscana, tra le province di Firenze e Siena, con alcuni stabilimenti nel Lazio (Pomezia) e in Abruzzo (Atessa).

Dal Rapporto emerge che ogni anno 5,6 milioni di turisti en plein air, di cui 3 milioni italiani e 2,6 stranieri, visitano l’Italia, preferendo la vacanza itinerante on the road alle soluzioni di viaggio stanziali e alle destinazioni turistiche di massa.

Il Rapporto fornisce, inoltre, un identikit del turista italiano e straniero che viaggia in camper. Il camperista ha un’età media giovane, pari a 39 anni, e considera il viaggio come un’esperienza da vivere in famiglia: l’85% del campione pensa ad una vacanza con coniuge e figli a seguito. Il 9% dei turisti en plein air ha un familiare con disabilità o con limitata capacità motoria e sceglie il camper perché è una modalità di viaggio che consente alle persone disabili di godersi appieno un periodo di relax.

Un altro vantaggio è rappresentato dalla libertà di viaggiare insieme ai propri animali domestici: il 44% degli amanti del camper style, infatti, non deve rinunciare ad andare in vacanza senza il proprio amico a quattro zampe.

Il turismo itinerante in camper e in caravan, inoltre, rappresenta prima di tutto un approccio esclusivo al viaggio, senza alcuna necessità di prenotazione e per 365 giorni all’anno. Il potenziale da cogliere e da valorizzare è grande: il plein air è un’opportunità per il nostro Paese, ma soprattutto per quell’Italia minore, spesso dimenticata, fatta di borghi e piccoli Comuni. Gli Enti locali, con pochissimi interventi, possono investire sulla micro-ricettività en plein air realizzando o operando migliorie sulle aree di sosta camper affinché diventino uno strumento di promozione del territorio e accolgano un flusso di turisti sempre maggiore, generando un importante indotto a livello locale.

Nonostante l’Italia sia la destinazione più ambita per la bellezza dei luoghi da visitare rispetto alle principali nazioni europee in cui è più diffusa la cultura del camper style, come Germania e Francia, risulta carente per offerta di luoghi di sosta, facilità di accesso alle strutture ricettive e servizi offerti.

“Abbiamo voluto festeggiare la nostra attività al servizio dell’industria del caravanning e della filiera – dichiara Paolo Bicci, Presidente di APC – con la pubblicazione del 1° Rapporto Nazionale sul turismo en plein air in camper e in caravan. Dallo studio emergono interessanti opportunità economiche e turistiche per i territori, ancora inespresse a causa di una rete ricettiva nazionale carente. Con il Rapporto vogliamo rafforzare il nostro messaggio al Paese: occorre intervenire rapidamente per non perdere flussi turistici rilevanti, incrementando il numero delle aree di sosta multi-funzionali sul territorio, progettando servizi dedicati al segmento turistico en plein air”.

Nel corso della conferenza è stato presentato a Roma il Salone del Camper 2012, l’evento di riferimento per la community dei turisti itineranti, che si terrà dall’8 al 16 settembre a Parma.

“Il Salone del Camper, l’evento fieristico di primaria importanza a livello nazionale, secondo in Europa, – spiega Franco Boni, Presidente di Fiere di Parma – torna quest’anno arricchito dalla qualifica di “internazionale” e si riconferma un’imperdibile occasione per scoprire le ultime novità del settore e del design made in Italy dei nuovi prodotti oltre ad essere una concreta opportunità di valorizzazione dell’industria del caravanning. Tutti i produttori hanno, infatti, già riconfermato la loro presenza e ci aspettiamo di raggiungere gli ottimi risultati dell’edizione precedente che ha visto la partecipazione di oltre 120mila visitatori e 640 veicoli ricreazionali esposti”.

Paolo Bicci, Presidente di APC e Franco Boni, Presidente di Fiere di Parma – insieme ai principali attori della filiera Luigi Boschetti, Presidente Promocamp, Vittorio Dall’Aglio, Presidente Assocamp, Gianni Picilli, Presidente Confedercampeggio, Pasquale Zaffina, A.C.T. Italia, Raffaele Jannucci, Direttore Editoriale Plein Air, Flavio Ferrari, Direttore Responsabile Vita in Camper, Beppe Finello, Direttore Responsabile Caravan e Camper – sono stati i primi sottoscrittori del “Manifesto del Turismo en plein air in Italia”, che individua i cinque punti fondamentali per la diffusione della cultura del turismo en plein air in Italia:

elaborare un piano nazionale di sviluppo del sistema ricettivo en plein air, a basso impatto ambientale

rappresentare a livello istituzionale le istanze del comparto,

eliminare le limitazioni alla sosta e alla libera circolazione di camper e caravan nei Comuni italiani,

prevedere una fiscalità agevolata per i disabili che viaggiano in camper,

agire in sinergia con le istituzioni, le associazioni, gli enti e i players del settore per contribuire attivamente all’attuazione di questi impegni.

RAPPORTO
TURISMO PLEIN AIR

CARAVANNING
ITALIA – EUROPA

CONFRONTO
IT – DE – FR

PROFILO
CAMPERISTA

SALONE
DEL CAMPER

02word

02word

02word

02word

02word




 

 

 

Lascia un commento

© Aboutcamp News - P.I. IT06702290963 - privacy & cookies