BENVENUTI SU ABOUTCAMP NEWS - UNA FINESTRA SUL MONDO DEL TURISMO ALL’ARIA APERTA

UN PORTALE DEDICATO A GIORNALISTI E OPERATORI DELLA COMUNICAZIONE

UNA RASSEGNA DI COMUNICATI STAMPA E UN ARCHIVIO DI FOTOGRAFIE IN ALTA RISOLUZIONE

DEDICATO A CAMPER, CARAVAN, TENDE, AL CAMPEGGIO E ALLE ATTREZZATURE PER L’OUTDOOR

(IT) Westravel in missione

it1

it1 COMUNICATO STAMPA

Vecam

Westravel K2 in missione con l’università di Bologna

Da oltre 30 anni leader nella distribuzione di accessori e attrezzature per campeggio e veicoli ricreazionali, Vecam ha fornito le modernissime e rivoluzionarie, tende Westravel alla missione archeologica italiana in Kazakhstan organizzata dal dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna e capitanata da Gian Luca Bonora.

Le Westravel sono un’ingegnosa evoluzione delle “pop up”, tende che sfruttano la flessibilità della paleria in fibra di vetro e si aprono automaticamente estraendole dalla loro sacca, salvo poi richiedere pazienza e consumata perizia per la chiusura, il più delle volte oltremodo macchinosa. Con Westravel l’ostacolo è stato brillantemente superato grazie all’adozione del sistema Quick Close Technology, un meccanismo che consente una velocissima apertura e una altrettanto rapida e facile chiusura. Infatti, se per portare la tenda in condizioni d’impiego è sufficiente un semplicissimo “click”, per riporla nella sua sacca basta richiudere la struttura portante, come si trattasse di un ombrello. Un sistema che è più semplice da provare che da descrivere e tale da rendere l’utilizzo di Westravel alla portata di chiunque.

Gian Luca Bonora, reduce dalla prima parte della missione in Kazakhstan, dove per oltre un mese, prima lungo il fiume Chaglinka e successivamente lungo il grande Ishim, ha potuto sperimentare in prima persona e in condizioni climatiche difficili le Westravel K2 Automatic, è tra coloro che meglio di tutti possono esprimere giudizi sul comportamento di queste tende e le prime impressioni non fanno che confermarne le innegabili qualità. L’archeologo italiano ha apprezzato la velocità e la facilità di montaggio, ma anche la comodità e lo spazio disponibile. Le tende sono state montate in un ambiente di steppa alberata, dove i valori di umidità erano molto elevati e gli acquazzoni notturni e il forte vento si sono alternati a giornate soleggiate con brezza leggera e temperature che hanno superato i 40°C.

In una lettera scritta al management di Vecam, Gian Luca Bonora racconta la sua esperienza:

“Le tende si sono dimostrate molto resistenti e utilissime – scrive Bonora – La pioggia notturna e la forte umidità del mattino non sono mai percolati all’interno. Mai si sono bagnati gli indumenti o la strumentazione digitale presente nelle nostre tende». L’archeologo continua spiegando che le basse temperature notturne, che hanno raggiunto anche i 10°C, non hanno creato difficoltà e le tende si sono rivelate sufficientemente calde, grazie anche all’aiuto dei sacchi letto con lenzuolo interno.

“Nessun problema è stato riscontrato con le cerniere di apertura-chiusura dell’abitacolo – continua Bonora – che spesso in ambienti sabbiosi e desertici tendono ad incepparsi e non scorrono con regolarità. Così come i picchetti per fissare le tende a terra si sono rivelati molto forti e non si sono piegati”.

Qualche difficoltà è stata riscontrata nelle giornate con vento forte e quando la temperatura ha superato i 40°C. Certo si tratta di condizioni climatiche critiche, difficilmente riscontrabili nel normale impiego. Tuttavia l’archeologo fornisce alcuni utili suggerimenti che possono contribuire a migliorare ulteriormente un prodotto già di per sé estremamente valido. Per il capo della spedizione in Kazakhstan sarebbe auspicabile, almeno per utilizzi in ambienti desertici e di steppa, un doppio ingresso, in modo da favorire la ventilazione della tenda, quindi andrebbe irrobustita la paleria e, infine, si dovrebbe prevedere la presenza di opportune funicelle per appendere abiti e altri oggetti che altrimenti vanno posati sul pavimento.

Le Westravel K2 Automatic sono disponibili nella versione a 1, 3 e 5 posti e sono contraddistinte da particolarità di assoluto rilievo. Il tessuto è in poliestere spalmato, compreso il telo supplementare che a sua volta, oltre ad essere nastrato, riporta una doppia alluminatura e offre una resistenza all’acqua di ben 4000 mm. Quest’ultimo dato indica l’impermeabilità del tessuto, in questo caso elevatissima e in grado di resistere ad una colonna d’acqua di 4 metri. Westravel K2 Automatic è in grado di garantire la perfetta impermeabilità per oltre 130 ore consecutive in caso di nubifragio (che rovescia 30 litri di acqua per metro quadrato) e quasi 700 ore in caso di pioggia forte.

Ottime le perfomance anche in termini di isolamento termico, sia per trattenere il calore all’interno, sia per respingere il caldo o il freddo che provengono dall’esterno. Inoltre, qualora non venga impiegato il telo esterno, le K2 Automatic possono beneficiare di un efficace ricircolo di aria nella zona superiore che elimina ogni pericolo di condensa.

 

 

 

 

02word

01pdf
TendaK2_3Posti_w Westravel_K2_Kazakhstan_w

Westravel_K2_Kazakh_w

 

Lascia un commento

© Aboutcamp News - P.I. IT06702290963 - privacy & cookies